Covid-19, firmato il Dpcm 13 ottobre 2020

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 13 ottobre 2020 sulle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19.

Il provvedimento entrerà in vigore dal 14 ottobre fino al 13 novembre 2020.

Il nuovo DPCM conferma l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto e nei luoghi chiusi al di fuori delle abitazioni private, con le eccezioni dell'attività sportiva, dei bambini sotto i 6 anni e delle persone con disabilità incompatibili con l'uso del dispositivo.

Nel testo integrale del dpcm inoltre è "fortemente raccomandato l'uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi". Sconsigliate anche le cene e gli incontri in casa con più di 6 persone non conviventi.

Consentite le manifestazioni pubbliche, con un limite massimo di 1.000 spettatori all'aperto e 200 al chiuso. Stessi numeri previsti per cinema, teatri e sale da concerti. Viene vietato lo sport di contatto a livello amatoriale, a partire dal calcetto (consentito invece nei casi di società o a livello professionistico) e vengono sospesi i viaggi di istruzione.

Restrizioni anche per i locali: ristoranti, bar, pub, pasticcerie e gelaterie dovranno chiudere alle 24 e la consumazione, dopo le 21, sarà possibile solo al tavolo: niente consumazioni davanti al locale dopo quest'ora. Chiuse le discoteche, le sale da ballo e i locali assimilabili in genere. Raccomandato, infine, lo svolgimento delle attività professionali medianti modalità di lavoro agile.

In allegato: Dpcm 13 ottobre 2020 e allegati

comunicazione sospensione attività didattica per il giorno 10 ottobre 2020

 

Con la presente si comunica che a seguito della nota del Dirigente dell'Istituto Comprensivo Statale, il Sindaco tramite propria Ordinanza n° 31 ha disposto per il giorno 10 ottobre 2020, la sospensione delle attività didattiche per ragioni tecniche, consistenti nel montaggio dei nuovi banchi scolastici forniti dal Ministero della Pubblica Istruzione, per il contrasto e prevenzione dell'epidemia da Covid 19.

Allegati:
Scarica questo file (ordinanza 31.pdf)ordinanza 31.pdf

Comunicazione del Sindaco su casi di positività al Covid-19 nel territorio di Arbus

 

Comunicazione del Sindaco

Purtroppo con grande dispiacere comunico che ad Arbus ci sono due casi di positività al Covid-19. Ho contattato l’Unità di crisi che mi ha confermato telefonicamente i due casi. Le persone si trovano in isolamento e sono stati tracciati tutti i contatti che in questi giorni sono stati vicini a loro. Invito ancora una volta alla prudenza e al rispetto delle regole.

MANTENETE LE DISTANZE, INDOSSATE SEMPRE LA MASCHERINA E IGIENIZZATE LE MANI.

Il Sindaco
Antonello Ecca

 

 

MISURE STRAORDINARIE E URGENTI – GRADUATORIA ISTANZE PERVENUTE AL PROTOCOLLO DELL’ENTE DA N. 6507 A N. 10787

 

in allegato la graduatoria delle domande assunte al prorocollo dell' Ente dal numero 6507 al numero 10787, relative al bando promosso dalla Regione Sardegna "Misure strordinarie e urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiare l'emergenza economico - sociale derivante dalla pandemia SARS-CO V2".

Le istanze non ancora definite a causa di integrazioni necessarie e già comunicate ai singoli richiedenti, saranno completate non appena gli stessi provvederanno a presentare quanto richiesto al Protocollo dell'Ente.

MISURE STRAORDINARIE E URGENTI – GRADUATORIA ISTANZE PERVENUTE AL PROTOCOLLO DELL’ENTE DA N. 6507 A N. 7250

 

 

in allegato la graduatoria parziale delle domande assunte al prorocollo dell' Ente dal numero 6507 al numero 7250, relative al bando promosso dalla Regione Sardegna "Misure strordinarie e urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiare l'emergenza economico - sociale derivante dalla pandemia SARS-CO V2".
Proseguirà l'istruttoria delle istanze seguenti, delle quali si darà successiva pubblicazione.

Ordinanze n. 27 e n. 28 Regione Autonoma della Sardegna - Covid-19

 

Si allegano le ordinanze n. 27 e n. 28 del 02.06.2020 e del 07.06.2020 della Regione Autonoma della Sardegna su ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-2019 nel territorio regionale della Sardegna.

avviso pubblico per l’utilizzo degli impianti sportivi del Comune di Arbus periodo estivo 2020

 

la Giunta Comunale con deliberazione n. 84 del 19/05/2020 ha disposto la possibilità di utilizzo da parte delle ASD, iscritte all'Albo Comunale che, a causa delle misure di contenimento del diffondersi dei contagi da COVID -19, non dispongono di spazi adeguati, degli impianti sportivi descritti nell'avviso allegato in disponibilità del Comune di Arbus.
La domanda compilata sull'apposito modello deve essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune di Arbus mediante pec all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 4 giugno 2020

EMERGENZA COVID-19 UTILIZZO GRATUITO DI SUOLO PUBBLICO DA PARTE DELLE IMPRESE ESERCENTI ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

 

Si comunica che con determinazione del Responsabile del servizio Patrimonio è stato approvato l'avviso per l'attribuzione gratuita di aree pubbliche

a supporto delle imprese esercenti attività di somministrazione di alimenti e bevande al fine di garantire il rispetto delle norme sul distanziamento .

Gli interessati potranno presentare domanda sull'allegato modulo inoltrandola esclusivamente per via telematica al protocollo generale del Comune di Arbus

all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per qualsiasi informazione inviare email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

iL RESPONSABILE SERVIZIO PATRIMONIO

dr. Luigi Saderi

MISURE STRAORDINARIE E URGENTI – GRADUATORIA ISTANZE PERVENUTE AL PROTOCOLLO DELL’ENTE DA N. 6507 A N. 6934

 

in allegato la graduatoria parziale delle domande assunte al prorocollo dell' Ente dal numero 6507 al numero 6934, relative al bando promosso dalla Regione Sardegna "Misure strordinarie e urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiare l'emergenza economico - sociale derivante dalla pandemia SARS-CO V2".
Proseguirà l'istruttoria delle istanze seguenti, delle quali si darà successiva pubblicazione.

Ordinanza Regione Sardegna n.23 del 17 maggio 2020

 

Ordinanza Regione Sardegna n.23 del 17 maggio 2020 - "Ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna. Ordinanza ai sensi dell'art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica".

Per tutto quanto non espressamente disciplinato dalla presente ordinanza, si fa espresso rinvio al DPCM 17 maggio 2020 e relativi allegati.

Dpcm 17 maggio 2020 e allegati

 

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il Dpcm del 17 maggio 2020, con i relativi allegati, recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio 2020.

In particolare, si sottolinea che:

A partire dal 18 maggio 2020, gli spostamenti delle persone all'interno del territorio della stessa regione non saranno soggetti ad alcuna limitazione;

Fino al 2 giugno 2020 restano vietati gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, così come quelli da e per l'estero, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute e resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;

dal 18 maggio riapriranno i negozi di vendita al dettaglio (quali ad esempio abbigliamento, calzature ecc.), le attività legate alla cura della persona (parrucchieri, barbieri e centri estetici), così come le attività per la ristorazione (bar ristoranti, pizzerie, gelaterie, pub, ecc.). a condizione che le Regioni accertino che la curva epidemiologica sia sotto controllo e che vengano adottati protocolli di sicurezza;

Sempre a partire da lunedì potranno riprendere la loro attività gli stabilimenti balneari, così come potranno riprendere gli allenamenti degli sport di squadra e riapriranno i musei. Il tutto sempre nel rispetto dei protocolli di sicurezza specifici;

Dal 18 maggio è prevista anche la ripresa delle celebrazioni liturgiche e religiose in ossequio alle disposizioni di sicurezza stabilite nei protocolli firmati nei giorni scorsi dal Governo e dalle rappresentanze delle varie comunità religiose;

dal 25 maggio è stata programmata la riapertura di palestre, piscine, centri sportivi e che dal 15 giugno potranno riprendere le loro attività cinema e teatri.

Le singole Regioni avranno la possibilità di decidere se ampliare o restringere le misure in base alle valutazioni sui dati epidemiologici dei loro territori.

In allegato i documenti completi

ordinanza sindacale 12_2020

 

Si comunica che con decorrenza dal giorno 15 maggio 2020, limitatamente alla giornata di venerdì e fino all'emanazione di nuove disposizioni è stata disposta la riapertura del mercato rionale ubicato nell'area antistante l'anfiteatro comunale "Sandro Usai"

Gli operatori ed i clienti all'interno dell'area di mercato hanno l'obbligo di indossare adeguati dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine chirurgiche) e di guanti usa e getta;

Il Sindaco

Dott. Antonio Ecca

ORDINANZA REGIONALE N. 22 DEL 13/05/2020

 

Si allega l'Ordinanza Regionale n.22 del 13/05/2020 valida dal 14/05/2020 al 17/05/2020 inerente la riapertura di molteplici attività dei servizi alla persona chiuse in precedenza per contrastare la diffusione del Covid-19.

Nota esplicativa RAS su Ordinanza n.20 del 02/05/2020

 

 

Si allega la nota esplicativa del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna con riferimento all'Ordinanza n. 20 del 02/05/2020, con particolare riferimento agli spostamenti sul territorio regionale, le seconde case e la pratica di pesca sportiva.

PREVENZIONE DEL CONTAGIO DA COVID-19 . ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE PER LA TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA - RIAPERTURA CIMITERO ED ECOCENTRO COMUNALE

 

Si comunica che da Lunedi 11/05/2020 il CIMITERO COMUNALE e l'ECOCENTRO COMUNALE

Il Cimitero sarà riaperto secondo le seguenti misure organizzative finalizzate ad evitare l'assembramento di visitatori e garantire la distanza interpersonale di due metri:

lunedì dalle ore 08:00 alle ore 12:00 con apertura esclusivamente dell'ingresso principale via Gramsci fronte Piazza Giovanni XXII
mercoledì dalle ore 08:00 alle ore 12:00, con apertura esclusivamente dell' ingresso di via Gramsci fronte Istituto alberghiero
venerdì mattina dalle ore 08:00 alle ore 12:00, con apertura esclusivamente dell' ingresso di via Angioy

L'accesso al cimitero sarà consentito ad un numero di utenti non superiore alle venti persone contemporanee e comunque in modo tale da garantire costantemente la distanza di due metri tra persone.

Rimane l'obbligo di indossare all'interno della struttura adeguati dispositivi di protezione individuale (mascherine chirurgiche).

L'ecocentro comunale sarà riaperto secondo le seguenti misure organizzative finalizzate ad evitare l'assembramento di visitatori e garantire la distanza interpersonale di due metri

L'accesso alla struttura sarà consentito ad un solo utente alla volta e comunque in modo tale da garantire costantemente la distanza di due metri tra persone. Rimane l'obbligo di indossare, all'interno della struttura adeguati dispositivi di protezione individuale (mascherine chirurgiche) e di guanti. Anche all'esterno della struttura dovrà essere garantito, in attesa di accesso, il rispetto del distanziamento interpersonale di sicurezza, il divieto di assembramento e l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti).

Gli orari di apertura sono i seguenti

LUNEDÌ 08:00 -12:00 / 14:00- 17:00

MARTEDÌ 10:00 -12:30 / 14:00- 17:00

GIOVEDÌ 08:00 -12:00 / 14:00- 17:00

VENERDÌ 10:00 -12:30 / 14:00- 17:00

Il Sindaco

Dott. Antonio Ecca

Nota Sindaco di Arbus su nuove disposizioni vigenti dal 04/05/2020

 

Si allega la nota del Sindaco di Arbus in ordine alle disposizioni del DPCM 26.04.2020 e dell'Ordinanza n.20 del 02.05.2020 della Regione Sardegna in vigore dal 04.05.2020.

Ordinanza Regione Sardegna n.20 del 02.05.2020 e valida dal 04.05.2020

 

Si allega il testo dell'Ordinanza del Presidente della Regione Sardegna, valida su tutto il territorio regionale dal 04.05.2020 al 17.05.2020. Per tutto quanto non espressamente disciplinato dalla presente ordinanza, si fa espresso rinvio al DPCM 26 aprile 2020 e relativi allegati del governo nazionale.

Per eventuali interpretazioni, si rimanda ad ulteriori disposizioni o chiarimenti della Regione Sardegna.

Dpcm 26/04/2020 in vigore dal 4 maggio 2020

 

In allegato il Dpcm 26/04/2020 e relativi allegati, che avrà validità dal 04/05/2020 e fino al 17/05/2020, ad eccezione di quanto previsto dall'art. 2 commi 7,9 e 11, che si applicano dal 27 aprile 2020.

Il Presidente del Consiglio ha illustrato le novità introdotte dal nuovo Dpcm per il contenimento del contagio da Covid-19 e che avranno valenza dal 4 maggio e per le successive due settimane.

Per quanto riguarda gli spostamenti, questi saranno possibili all'interno di una stessa Regione per motivi di lavoro, di salute, necessità o visita ai congiunti; gli spostamenti fuori Regione saranno invece consentiti per motivi di lavoro, di salute, di urgenza e per il rientro presso propria abitazione.

Obbligatorio l'utilizzo delle mascherine sui mezzi pubblici.

Sarà consentito l'accesso ai parchi pubblici rispettando la distanza e regolando gli ingressi alle aree gioco per bambini, fermo restando la possibilità da parte dei Sindaci di precludere l'ingresso qualora non sia possibile far rispettare le norme di sicurezza.

Per quanto riguarda le cerimonie religiose, saranno consentiti i funerali, cui potranno partecipare i congiunti per un massimo 15 persone. Inoltre, già nei prossimi giorni si studierà un protocollo che consenta quanto prima la partecipazione dei fedeli alle celebrazioni liturgiche in condizioni di massima sicurezza.

Previste regole più stringenti per chi ha febbre sopra i 37.5 gradi e sintomatologie respiratoria: obbligo di restare a casa e avvertire il proprio medico.

Per quanto riguarda le attività di ristorazione, oltre alla consegna a domicilio, sarà consentito il ritiro del pasto da consumare a casa o in ufficio.

A partire dal 4 maggio potranno quindi riprendere le attività manifatturiere, di costruzioni, di intermediazione immobiliare e il commercio all'ingrosso. Per queste categorie, già a partire dal 27 aprile sarà possibile procedere con tutte quelle operazioni propedeutiche alla riapertura come la sanificazione degli ambienti e per la sicurezza dei lavoratori .

Per consentire una graduale ripresa delle attività sportive, a partire dal 4 maggio saranno consentite le sessioni di allenamento a porte chiuse degli atleti di sport individuali.

 

misure straordinarie e urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiatre l’emergenza economico-socialederivante dalla pandemia SARS-CO V2 - INTEGRAZIONE-

 

 

 

Si comunica che a seguito degli orientamenti assunti dalla Regione Sardegna si rende necessario integrare il precedente l'avviso con quanto descritto in allegato.
Le domande potranno essere trasmesse mediante pec all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. mediante inserimento della domanda nella cassetta, posta nell'ingresso pedonale del Comune di Arbus, Via P.Leo 57.

La domanda deve essere corredata da copia del documento di identità.

 

Al fine di facilitare la compilazione della richiesta relativa al bonus in oggetto si riassume la modalità di compilazione della modulistica disponibile:

Modello 1 – tutti i richiedenti che hanno presentato domanda prima del 21.04.2020 devono far pervenire il modulo di integrazione debitamente compilato.

Modello 2 aggiornato alle F.A.Q. 21.04.2020 - Modello di domanda valido dal 21.04.2020, tutti i cittadini che intendono presentare domanda devono adottare questo modulo e non sono tenuti a presentare il modello 1

Modello 3 – deve essere presentato unicamente dai richiedenti percettori di forme di sostegno al reddito (bonus 600 euro e cassa integrazione) per la comunicazione dell'avvenuto ricevimento del sussidio, condizione necessaria alla liquidazione della quota spettante del bonus regionale

Ulteriori chiarimenti potranno essere richiesti ai numeri 0707340630 -0707340654

EMERGENZA SANITARIA COVID-19 - DEPOSIZIONE FIORI PRESSO IL CIMITERO COMUNALE

 

AVVISO

Si ricorda, che in ottemperanza alle misure per il contenimento del diffondersi del COVID-19, è stato emesso il decreto sindacale n. 7 del 10/03/2020 di chiusura dei cimiteri comunali, attualmente sino al prossimo 3 Maggio 2020.

Tuttavia, a far data dalla pubblicazione del presente avviso e sino alla fine dell'emergenza, al fine di garantire a coloro i quali ne sentano il bisogno, sarà consentito che i fiorai, oltre che poter effettuare normalmente le consegne a domicilio, possano avere accesso all'interno delle aree cimiteriali, IL LUNEDÌ E IL MERCOLEDÌ DALLE ORE 09:00 ALLE ORE 11:00, anche avvalendosi delle associazioni di volontariato di Arbus già operanti nel fronteggiare l'emergenza.

Pertanto, i cittadini che volessero deporre dei fiori sulla tomba dei propri cari defunti, potranno prenotare la consegna presso il proprio fioraio di fiducia, che si farà carico di deporre i fiori in cimitero.

SI COMUNICA

che i fiorai potranno eseguire tale servizio presso il cimitero comunale, previa richiesta di autorizzazione da effettuarsi utilizzando il modulo allegato alla presente e successiva trasmissione alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consegna a mano presso la cassetta postale dell'ente sita in Via Pietro Leo ad Arbus.

Il Sindaco

Dott. Antonio Ecca

misure straordinarie e urgenti a sostegno delle famiglie per fronteggiare l’emergenza economico-socialederivante dalla pandemia SARS-CO V2

 

in allegato l'avviso e il modello di domanda per l'accesso alle misure straordinarie in favore delle famiglie di cui all'oggetto.
Le domande potranno essere trasmesse dalla data di pubblicazione del presente avviso mediante pec all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. mediante inserimento della domandata nella cassetta posta nell'ingresso pedonale del Comune di Arbus, Via P.Leo 57.
La domanda deve essere corredata da copia del documento di identità.

Ulteriori chiarimenti potranno essere richiesti ai numeri 0707340630 -0707340654

emergenza sanitaria interventi di solidarietà alimentare : avviso esaurimento fondi

 

in allegato la comunicazione inerente l'esaurimento dei fondi
assegnati per interventi di solidarietà alimentare.

Ordinanza Regione Sardegna n.19 del 13 aprile 2020

 

In allegato l'Ordinanza del Presidente della Regione Sardegna del 13 aprile 2020. Si specifica in particolare, che:

- L'ordinanza n. 17 del 4.04.2020 è prorogata con le seguenti integrazioni: - all'art. 1, nel primo rigo, dopo le parole "aperti al pubblico" sono aggiunte le parole ", le spiagge". Alla fine dell'articolo è, altresì, aggiunto il seguente periodo: "E' comunque consentita, in armonia con le prescrizioni di cui al DPCM 10 aprile 2020, l'attività motoria strettamente personale nelle immediate vicinanze della propria REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA 7/8 abitazione con il rispetto delle distanze minime di sicurezza da qualunque altra persona di almeno un metro e, comunque, muniti di adeguata mascherina";

- E' fatto obbligo a chiunque intenda accedere ad un esercizio commerciale di indossare idonea mascherina e guanti monouso, che devono essere mantenuti per l'intero periodo di permanenza all'interno della struttura;

- Sono confermate in Sardegna, almeno fino al 26 aprile 2020, salvo nuova proroga esplicita, le misure maggiormente restrittive di ulteriore chiusura delle attività di commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria; di commercio al dettaglio di libri e di commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati, nonché la riapertura al pubblico degli studi professionali;

- Per tutto quanto non espressamente disciplinato dalla presente ordinanza, si fa espresso rinvio al DPCM 10 aprile 2020 e relativi allegati;

Le disposizioni dell'ordinanza producono i loro effetti a far data dal 14 aprile 2020. In allegato il testo completo.

Dpcm 10 aprile 2020

 

 

In allegato il Dpcm del 10 aprile 2020 con i relativi allegati. Le disposizioni del Decreto sono valide su tutto il territorio nazionale, dalla data del 14 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020.

Ordinanza n.18 del 7 aprile 2020 misure di contrasto alla diffusione del COVID-19 - Regione Autonoma della Sardegna

 

In allegato l'ORDINANZA N. 18 DEL 7 APRILE 2020 del Presidente della Regione Sardegna inerente ulteriori misure di contrasto alla diffusione del COVID-19.

In particolare:

- Tutti i soggetti in arrivo in Sardegna, a prescindere dai luoghi di provenienza, dalla data del 4 aprile 2020 hanno l'obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, con contestuale divieto di circolazione sull'intero territorio regionale, fatti salvi i casi esplicitamente previsti in deroga da norme statali o regionali.

- Fatte salve le farmacie e le parafarmacie, è vietata l'apertura nella giornata di lunedì 13 aprile 2020 degli esercizi commerciali di qualsiasi dimensione per la vendita di generi alimentari esentate dalla sospensione disposta con l'art. 1 del DPCM 11/03/2020, compresi gli esercizi minori interni ai centri commerciali, ferme restando le altre restrizioni relative alla vendita al dettaglio di cui all'anzidetto DPCM dell'11/03/2020.

L'ordinanza ha validità sino all'intera giornata del 13 aprile 2020, salvo proroga esplicita.

Tutte le disposizioni sono consultabili nel documento allegato.

Misure di contrasto alla diffusione del COVID-19 - disposizioni nazionali e regionali

 

In allegato il Dpcm 1 aprile 2020 che proroga le disposizioni vigenti in materia di misure di contrasto alla diffusione del COVID-19 fino al 13 aprile 2020 e le ordinanze n. 14, 15 e 16 della Regione Autonoma della Sardegna relative a: proroga ordinanza n. 6 del 13 marzo 2020, proroga della disposizioni attuative dell’Ordinanza n.9 del 14.03.2020, così come modificata e prorogata dall’ordinanza n.13 del 25.03.2020, disposizioni per la gestione dei rifiuti urbani, disposizioni per il contrasto dell'assembramento di persone.

EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID 19) MISURE ORGANIZZATIVE PER L'ACCESSO ALLE STRUTTURE COMUNALI CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (ECOCENTRO) – PROROGA

 

 

In allegato il Decreto del Sindaco n. 14 del 06/04/2020 – EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID 19) MISURE ORGANIZZATIVE PER L'ACCESSO ALLE STRUTTURE COMUNALI CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (ECOCENTRO) – PROROGA

Allegati:
Scarica questo file (decreto14_2020.pdf)decreto14_2020.pdf

MISURE URGENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

 

 

L'Amministrazione Comunale rende noto che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per la distribuzione dei voucher e la fornitura di generi alimentari e beni prima necessità,in esecuzione dell'Ordinanza n. 658 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, adottata in favore dei nuclei familiari che hanno subito danni economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e che si trovano in stato di bisogno.

PRESENTAZIONE DOMANDE
La domanda redatta su apposito modulo potrà essere presentata dalle ore 10.30 del giorno venerdì 03 aprile 2020 all'indirizzo pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., solo se impossibilitati alla trasmissione telematica, consegnata mediante l'inserimento presso la cassetta postale situata all'ingresso del Comune di Arbus, via P.Leo 57. Non verranno prese in considerazione le istanze pervenute prima del termine di ricezione indicato.

Il modulo di domanda/dichiarazione sostitutiva, è disponibile nel sito istituzionale all'indirizzo www.comunediarbus.gov.it.

Albo delle attività commerciali per buoni spesa Covid-19

 

In allegato l'avviso rivolto alle attività commerciali che chiedono l'iscrizione all'Albo Comunale dei soggetti autorizzati ad accettare voucher alimentari e di beni di prima necessità di cui all'Ordinanza del Capo della Protezione Civile n. 658 del 28 marzo 2020
La domanda, compilata su apposito modello,(allegato 1) dovrà essere trasmessa quanto prima alla pec del Comune di Arbus Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. corredata dal documento di identità del legale rappresentante e dal modello 3 relativo alla dichiarazione di cui all'art. 3 delD.lgs 136/2010.

Emergenza Coronavirus, cambia di nuovo il modulo di autocertificazione.

 

A tre giorni dall'ultimo modulo, cambia di nuovo il modello di autocertificazione per poter circolare. Al Viminale è stato aggiornato l'ultimo schema definito nei giorni scorsi per aggiornarlo con le ultime normative.

  •  Il nuovo modulo di autocertificazione cita, com'era naturale, il decreto legge n. 19 del 25 marzo 2020 pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Nel documento, da compilare, firmare e consegnare in caso di controllo, la prima dichiarazione da sottoscrivere è di non essere sottoposti alla misura della quarantena nè di essere risultati positivi al coronavirus.
  •  Nel secondo punto del modulo si afferma di «essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna e adottate ai sensi degi articoli 1 e 2» del decreto legge. Tanto per esser chiari, lo stampato ricorda che le disposizioni riguardano «le limitazioni alla possibilità di spostamento delle persone fisiche all'interno di tutto il territorio nazionale».
  •  Il nuovo testo specifica quando si configura il caso di necessità: spostamenti all'interno del comune, o che rivestono carattere di quotidianità o che «siano effettuati abitualmente in ragione della brevità delle distanze da percorrere».
  •  Nella dichiarazione che chiude il modello si deve specificare anche la reale motivazione dello spostamento: lavoro presso ..., devo effettuare una visita medica, urgente assistenza a congiunti o a persone con disabilità, esecuzione di interventi assistenziali in favore di persone in grave stato di necessità, obbligo di affidamento di minori, denunce di reati, rientro dall'estero e altri motivi particolari.

Pubblicata l'Ordinanza n. 11 del 24/03/2020 del Presidente della Regione Sardegna su ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-2019.

 

Le disposizioni:

ART. 1) I parchi e giardini pubblici o aperti al pubblico o analoghi ambiti che si prestino all'intrattenimento di persone per attività motoria di qualsiasi natura, siti nel territorio regionale, sono chiusi e interdetti all'accesso di persone al fine di evitare assembramenti idonei a determinare la diffusione del contagio epidemiologico da CoViD-19.

ART. 2) L'uso della bicicletta, anche a pedalata assistita, o di analogo o altro mezzo di locomozione e lo spostamento a piedi, nei centri urbani e in aree extraurbane dell'intero territorio regionale, sono soggetti alle limitazioni previste per gli spostamenti dal combinato disposto dell'art. 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020 e dell'art. 1, comma 1, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 concernenti lo spostamento delle persone fisiche all'interno di tutto il territorio nazionale.

ART. 3) È sospesa l'apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante sull'intero territorio regionale al fine di ulteriormente contrastare le forme di assembramento di persone a tutela della salute pubblica.

ART. 4) Fatte salve le farmacie e le parafarmacie, è vietata l'apertura nella giornata di domenica di ciascuna settimana di vigenza della presente ordinanza degli esercizi commerciali di qualsiasi dimensione per la vendita di generi alimentari esentate dalla sospensione disposta con l'art. 1 del DPCM 11.3.2020, compresi gli esercizi minori interni ai centri commerciali, ferme restando le altre restrizioni relative alla vendita al dettaglio di cui all'anzidetto DPCM dell'11.3.2020.

ART. 5) È consentito ad un solo componente di ciascun nucleo familiare uscire, una sola volta al giorno, dalla propria abitazione per provvedere all'acquisto di beni necessari ed essenziali. La limitazione sul numero delle uscite non si applica all'acquisto di farmaci. Per l'espletamento delle esigenze fisiologiche degli animali d'affezione sono consentiti gli spostamenti strettamente necessari ed esclusivamente entro i 200 metri dalla propria abitazione principale. È consentita, altresì, limitatamente ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare, l'uscita per la conduzione hobbistica di poderi, orti, vigneti ed ortofrutticole in genere, finalizzati al sostentamento familiare.

ART. 6) È fatto obbligo ai Comuni, qualora non ancora disposto, di provvedere alla sanificazione degli edifici pubblici e dell'arredo urbano del proprio territorio. I Comuni che abbiano disposto la sanificazione delle strade dei propri centri abitati sono tenuti ad effettuarla in conformità al Parere reso dall'Istituto Superiore di Sanità (ISS) del 18 marzo 2020, recante "Disinfezione degli ambienti esterni e utilizzo di disinfettanti (ipoclorito di sodio) su superfici stradali e pavimentazione urbana per la prevenzione della trasmissione dell'infezione da SARS-CoV-2 del 17 marzo 2020" nonché alle "Indicazioni tecniche del Consiglio del Sistema Nazionale a rete per la protezione dell'ambiente (SNPA) relativamente agli aspetti ambientali della pulizia degli ambienti esterni e dell'utilizzo di disinfettanti nel quadro dell'emergenza CoViD-19 e sue evoluzioni", approvate dal Consiglio del SNPA il 18 marzo 2020 nell'ambito dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). La sanificazione deve essere prioritariamente rivolta alle aree prospicienti ospedali, ambulatori, centri commerciali, mercati ed ipermercati, punti vendita di generi alimentari, farmacie, parafarmacie, banche ed uffici pubblici. La Regione contribuirà alle spese di esecuzione di tale servizio attingendo alle risorse di cui allo speciale fondo stanziato dall'art. 6 della legge regionale 12 marzo 2020, n. 10 ( legge di stabilità 2020 ).

ART. 7) Nei mezzi del trasporto pubblico locale, fatti salvi i casi di urgenza o forza maggiore per i traghetti di collegamento con le Isole di San Pietro, La Maddalena e L'Asinara comunque nel rispetto delle misure di distanziamento personale in vigore, è consentito l'accesso ai passeggeri nella misura massima del 40% dei posti omologati e, comunque, garantendo il rispetto della distanza minima di un metro tra gli stessi. Lo spazio riservato ai conducenti dei mezzi deve essere opportunamente delimitato per prevenire contatti con i passeggeri e rischi di contagio.

ART. 8) Negli esercizi commerciali, inclusi i tabacchini, che ai sensi delle norme nazionali e regionali possano restare legittimamente aperti al pubblico è vietato l'uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco.

ART. 9) E' istituita presso la Presidenza della Regione una linea telefonica dedicata ad uso esclusivo e personale dei Sindaci dell'Isola per le comunicazioni relative alla gestione dell'emergenza in corso. Il numero di telefono è notificato con separata comunicazione del Direttore Generale della Presidenza.

ART. 10) In attuazione dell'art. 1, primo comma, lett. b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, recante "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale", è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Conseguentemente, la previsione di assenso agli spostamenti per "il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza", nelle precedenti ordinanze contingibili e urgenti del Presidente della Regione Sardegna n. 5 del 09.03.2020 e relativa nota esplicativa n. 2593 del 13.03.2020 e n. 9 del 14.03.2020 e relativa nota esplicativa n. 3EM del 16.03.2020 è da intendersi ovunque soppressa.

ART. 11) La presente ordinanza: - ha validità sino al 3 aprile 2020, salvo proroga esplicita; - è immediatamente efficace ed è pubblicata sul sito istituzionale della Regione. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge, nei confronti di tutti i soggetti coinvolti; - viene trasmessa secondo le rispettive competenze al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Ministro della Salute, agli amministratori delle province del territorio regionale, al Sindaco Metropolitano di Cagliari, ai Sindaci dei Comuni della Sardegna, ai Prefetti degli Uffici territoriali di governo della Sardegna, agli Assessori regionali ed agli altri soggetti interessati.

Nuovo modulo per autodichiarazione spostamento del 23/03/2020

 In allegato il nuovo modulo per autodichiarazione spostamento compilabile ai sensi del Dpcm 22/03/2020 pubblicato dal Ministero dell'Interno.

Stato di Emergenza COVID-19 - Attivazione Centro Operativo Comunale (C.O.C.) per la pianificazione di emergenza

 

 

In allegato il Decreto del Sindaco n. 13 del 23/03/2020 – Stato di Emergenza COVID-19 - Attivazione Centro Operativo Comunale (C.O.C.) per la pianificazione di emergenza

servizi alla persona : contatti telefonici e mail per il periodo di emergenza sanitaria

 

In allegato le modalità di contatto dei referenti addetti ai servizi alla persona, le suddette modalità saranno in vigore fino al termine dell' emergenza sanitaria.

Elenco attività commerciali che effettuano consegne a domicilio.

 

 

In allegato l'elenco delle attività commerciali di cui al dpcm
11 marzo 2020 che effettuano consegne a domicilio

l'elenco è in costante aggiornamento.

Decreto del Sindaco n. 11 del 17/03/2020 - EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID 19) D.P.C.M. 9 MARZO 2020 MISURE ORGANIZZATIVE PER L'ACCESSO ALLE STRUTTURE COMUNALI CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (ECOCENTRO)

 

In allegato il Decreto del Sindaco n. 11 del 17/03/2020 – EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID 19) D.P.C.M. 9 MARZO 2020 MISURE ORGANIZZATIVE PER L'ACCESSO ALLE STRUTTURE COMUNALI CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (ECOCENTRO)

Allegati:
Scarica questo file (decreto11_2020.pdf)decreto11_2020.pdf

Decreto del Sindaco n. 8 del 11/03/2020 - EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID-19) D.P.C.M. 9 MARZO 2020 MISURE URGENTI DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E GESTIONE PERSONALE

 

Decreto del Sindaco n. 8 del 11/03/2020 - EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID-19) D.P.C.M. 9 MARZO 2020 MISURE URGENTI DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E GESTIONE PERSONALE

Allegati:
Scarica questo file (decreto08_2020.pdf)decreto08_2020.pdf

Decreto del Sindaco n. 7 del 10/03/2020 - EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID 19) D.P.C.M. 9 MARZO 2020 MISURE integrazione

 

In allegato il Decreto del Sindaco n. 7 del 10/03/2020 – "EPIDEMIA DA CORONAVIRUS (COVID 19) D.P.C.M. 9 MARZO 2020 MISURE ORGANIZZATIVE PER L'ACCESSO ALLE STRUTTURE COMUNALI " che integra quanto già disposto con il decreto sindacale n 06 del 09/03/2020.

Allegati:
Scarica questo file (decreto07_2020.pdf)decreto07_2020.pdf

Emergenza Covid-19, indicazioni per lo spostamento dalla propria residenza

 

In allega lo schema riepilogativo ed il modello da compilare obbligatoriamente per gli spostamenti dalla propria abitazione.

Emergenza Covid-19, nuove indicazioni comunali

In riferimento all'emergenza Covid-19, si comunicano le nuove modalità di accesso ai servizi comunali . Si
chiede alla cittadinanza la massima collaborazione.

Il sindaco

Emergenza Covid-19, decreto del Sindaco di Arbus

 

 

In riferimento all'emergenza Covid-19, si allega il decreto del Sindaco Antonio Ecca e le conseguenti comunicazioni.

Si prega di voler rispettare le disposizioni indicate.

Ordinanza Regione Sardegna - Azioni di contrasto al contenimento del Covid-19

 

A seguito dell’emergenza relativa al virus Covid-19, il Presidente della Regione Sardegna, ha emesso l’ordinanza n. 4 del 08/03/2020 che impone:

  • la quarantena per tutti coloro che arrivano in porti e aeroporti della Sardegna dalle zone rosse,
  • l'obbligo di dichiarare il proprio domicilio alle autorità sanitarie,
  • l'obbligo di rendersi sempre rintracciabili per qualunque controllo.
In allegato il documento integrale

Azioni di contrasto al contenimento del Covid-19

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm 8 marzo 2020 recante “Ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale”isce misure drastiche per il contrasto del contagio, ulteriori limitazioni in particolare nelle regioni più esposte.

ISOLATA LA LOMBARDIA E ALTRE 14 PROVINCE DEL NORD

Con l’articolo 1 del provvedimento, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 nella regione Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, sono adottate molteplici misure.

Si tratta di una zona rossa allargata in cui in primis occorrerà evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori, nonché all'interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute.  

MISURE SULL'INTERO TERRITORIO NAZIONALE
Con l’articolo 2, per contrastare e contenere il diffondersi del Corona Virus sull'intero territorio nazionale sono applicate numerose misure tra cui: 

  • sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanita1io o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubbl ici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita a data successiva al termine di efficacia del presente decreto ogni altra attività convegnistica o congressuale;
  • sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi u1clusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
  • sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione;
  • è sospesa l'apertura dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura;
  • svolgimento delle attività di ristorazione e bar, con obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione;
  • è fortemente raccomandato presso gli esercizi commerciali diversi da quelli precedentemente indicati, all'aperto e al chiuso, che il gestore garantisca l'adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori;
  • sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
  • sono sospesi fino al 15 marzo 2020 i servizi educativi per l'infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta formazione artistica musicale e coreutica, di corsi professionali, anche regionali, master, università per anziani, e corsi svolti dalle scuole guida, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza;
  • sono sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Per ulteriori dettagli si rimanda al Decreto integrale in allegato

Rinviata a data da destinarsi la Consultazione Popolare indetta per i giorni 6 7 e 8 marzo 2020 in ottemperanza al Dpcm del 4 marzo 2020 riguardante l'emergenza Covid-19.

 

 

 

Rinviata a data da destinarsi la Consultazione Popolare indetta per i giorni 6 7 e 8 marzo 2020 in ottemperanza al Dpcm del 4 marzo 2020 riguardante l'emergenza Covid-19.

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookie per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. Continuando la navigazione, accetti il loro utilizzo.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookie. Per modificare la tua decisione premi il pulsante.

Hai accettato l'utilizzo dei cookie. La decisione può essere modificata premendo il pulsante.

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin